ESCURSIONI NEL CILENTO E VISITE AI DINTORNI

Un’indimenticabile vacanza in Cilento,  in una terra ricca di storia, tradizioni e natura…

La posizione è ideale per conciliare piacevoli vacanze al mare con interessanti visite alla scoperta dei Templi Greci e delle bellezze naturali del Cilento.

L’Oleandri si trova nella zona costiera di Paestum. La posizione privilegiata dà accesso alla spiaggia privata raggiungibile con un sentiero all’ombra della pineta che costeggia il litorale. I Templi ed il Museo Archeologico di Paestum si trovano ad appena due chilometri. Un meraviglioso scenario vi accompagnerà durante una piacevole passeggiata all’insegna dell’arte e della bellezza! Nel raggio di un chilometro dalla struttura sono disponibili diversi servizi come bancomat, farmacia, minimarket, tabacchi, edicola, etc. Per una più ampia scelta a soli quattro chilometri è possibile raggiungere il centro, Capaccio Scalo.

All’Oleandri Resort ci impegniamo con passione per offrire alla famiglia una vacanza perfetta, anche al di fuori dell’hotel. Per questo il nostro servizio Concierge saprà proporvi tutti i giorni cosa vedere nel Cilento e dintorni, suggerendo le escursioni e gli itinerari più indicati per voi come quelli qui di seguito:

Paestum e Dintorni

temp sun

Paestum rappresenta, con i suoi tre maestosi templi (Tempio di Hera, di Nettuno e di Athena) la più evidente testimonianza dell’impareggiabile eredità lasciataci dalla civiltà greca. Possibilità di visita del Museo Archeologico Nazionale e della Basilica Paleocristiana.

 

 

lunedì 9 aprile 2018 ore 10:00 al Museo di Paestum
Può il patrimonio culturale contribuire alla creazione di forme profonde di comunicazione e comprensione tra gli uomini? E’ possibile che un’opera d’arte riesca a liberare le persone da impedimenti e barriere mettendole in contatto tra loro? Possono un museo ed un’area archeologica essere luoghi di apertura in cui ciascuno abbia l’occasione di esprimersi?
Il Parco Archeologico di Paestum è convinto di sì e continua a sviluppare il tema dell’accessibilità universale del patrimonio culturale in occasione della Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo 2018.
PROGRAMMA:
a partire dalle ore 10:00, nella “sala cella” del Museo il direttore Gabriel Zuchtriegel presenterà il progetto del MIBACT “Fumetti nei Musei”: una collana di graphic novel, presto in distribuzione presso il Museo di Paestum, ideata per la didattica museale, che inaugura un nuovo dialogo tra studenti e musei. L’iniziativa nasce dalla volontà di far conoscere ai ragazzi le collezioni dei musei italiani, attraverso un linguaggio inedito, quale l’arte del fumetto. A disegnare il fumetto per il Parco Archeologico Paestum è stato il Dr. Pira, pseudonimo di Maurizio Piraccini, fumettista e scenografo.
A seguire interverranno sul tema dell’autismo e sull’accessibilità culturale:
Renata Florimonte, Dirigente Scolastico ITT Basilio Focaccia che ha avviato con il Pae dei percorsi di visita dedicati a ragazzi ipovedenti
Giovanna Celia, Direttore Didattico del Centro Internazionale di Psicologia e Psicoterapia Strategica di Salerno, – L’autismo in chiave strategico-integrata tra scienza e creatività
Giovanni Minucci, Associazione Cilento4all – Autismo e Accessibilità: esperienze di percorsi museali Autism Friendly
Anna Ferrara, Osservatorio cittadino di Cava de’ Tirreni sulla condizione delle persone con disabilità –L’iris, il messaggio, la speranza
Stefano Esposito, esperto in catalogazione di Beni Archivistici e Librari – L’iris tra mito e cinema
Cetty Ummarino, ideatrice di un itinerario turistico accessibile che comprende anche il sito archeologico di Paestum – Lavoro & Autismo: è possibile?

Nel corso della mattinata saranno proiettate alcune sequenze tratte dal film “Il mio piccolo genio” di Jodie Foster, sarà presentato un pannello multimaterico su base di legno con materiali di riciclo dal tema “Conversazione”, realizzato da studenti con disturbo dello spettro autistico dell’ITT “Focaccia” di Salerno e verranno piantati bulbi di Iris, fiore caro a Van Gogh artista autistico, come segno di speranza e di impegno costante del Parco Archeologico di Paestum ad ampliare l’accessibilità materiale e culturale.

pae.promozione@beniculturali.it   0828811023

www.museopaestum.beniculturali.it

Facebook: Parco Archeologico Paestum

Twitter: @paestumparco

Instagram: paestumtempli

 

 

 

Pertosa Caves

Grotte di Pertosa o Grotte dell’Angelo che si snodano per circa 2,5 km attraverso gallerie, cunicoli ed immense caverne (www.grottedipertosa-auletta.it). Per visitarle occorre percorrere un laghetto originato da un fiume sotterraneo con un barcone. Se presente in cartellone, è possibile abbinare alla visita delle grotte lo spettacolo “L’Inferno di Dante”. E’ possibile abbinare a questa escursione anche la visita della Certosa di Padula (Certosa di San Lorenzo); fondata nel 1306 è il più vasto complesso architettonico dell’Italia meridionale (www.comune.padula.sa.it).

 

Certosa_di_PadulaLa Certosa di San Lorenzo a Padula, è un imponente complesso con cortili, chiostri, giardini, chiesa e ambienti di varia destinazione,la cui costruzione iniziò nel 1306 nel volere di Tommaso II di Sanseverino. E’ il maggiore edificio religioso barocco dell’Italia Meridionale, ed è il primo Monumento Nazionale dichiarato tale nel 1882.

 

 

Grotte di Castelcivita

Grotte di Castelcivita uno dei complessi speleologici più estesi dell’Italia meridionale con innumerevoli stalattiti e stalagmiti (www.grottedicastelcivita.it); se presente in cartellone è possibile abbinare alla visita guidata delle grotte lo spettacolo di “Orfeo ed Euridice”. Sulla strada del ritorno possibilità di  visitare il Santuario della Madonna del Granato sul Monte Calpazio da cui si gode un panorama su tutta la piana di Paestum.

 

 

Torrentismo e Canoing in val calore

Gole del Calore – possibilità di trekking e torrentismo in un luogo davvero magico: gole spettacolari e ponti medievali.

Costiera Cilentana

Natura incontaminata, spiagge idilliache, mare limpido, terre selvagge incorniciano pittoreschi paesini lungo tutta la Costa Cilentana detta anche Costa Blu perché tutte le località balneari vengono insignite ormai da anni della Bandiera Blu d’Europa, l’ambito riconoscimento per la qualità delle acque e delle spiagge.

Si effettuano tour guidati con partenza dall’hotel per Palinuro. Sosta fotografica sul Golfo di Policastro e Punta Licosa. Arrivo a Palinuro e imbarco diretto su motoscafo per una minicrociera attorno a Capo Palinuro con visita delle Grotte: Sulfurea, del Monaco, del Sangue e Azzurra. Breve sosta per un bagno sulla spiaggia del Buon Dormire. Al rientro tempo libero per il pranzo a Palinuro. Rientro attraverso la valle del Mingardocon sosta fotografica al borgo medioevale di S. Severino di Centola.

Costiera Cilentana

Agropoli incantevole perla del Cilento che, con il suo bel lungomare e la rinomata spiaggia della baia di Trentova, la rendono un importante centro balneare. Consigliamo la visita della città vecchia con il suo castello angioino-aragonese da dove godere di una splendida vista panoramica sul porto turistico.

 

 

 

Castellabate

Castellabate il paese del film “Benvenuti al Sud”. Rivivrete in prima persona i luoghi più suggestivi del set cinematografico del film, i panorami mozzafiato e in un oasi di relax e tranquillità scoprirete il calore , l’accoglienza e l’ospitalità’ cosi come vista nel film. Inoltre potrete visitare il Castello dell’ Abate, il Museo del mare e di arte sacra e infine il caratteristico borgo marinaro di Santa Maria di Castellabate.

 

 

AcciaroliAcciaroli, suggestivo borgo marinaro dal mare cristallino. Vanta un mare tra i più puliti d’Italia, premiato con l’assegnazione, della Bandiera Blu della Fee Italia e delle Cinque Vele di Legambiente. Qui, tra le memorie leggendarie e popolari, Ernest Hemingway, il Nobel americano avrebbe trascorso una breve vacanza nel 1951. Sempre qui, ispirandosi ad un vecchio pescatore del luogo, avrebbe poi scritto il celebre racconto “Il vecchio e il mare”.

 

 

PalinuroPalinuro, una delle principali località turistiche della costa. La sua costa incontaminata regala al visitatore distese incantevoli di spiaggia e tantissime piccole insenature, baie nascoste e grotte marine.

 

 

 

scavi velia

Scavi di Velia- L’antica Elea; la città fondata nel 540 a.c. dai Greci Focei, divenne presto un vero faro di cultura e civiltà per l’intero mondo occidentale. Qui insegnarono i filosofi Zenone e Parmenide
(www.velia.it).

 

 

 

Fontana_Roscigno_Vecchia[1]Roscigno Vecchia un borgo fantasma abbandonato circa un secolo fa, che ora torna ad animarsi grazie al rinnovato interesse per le radici e la cultura delle genti cilentane (www.roscignovecchia.it ).

Salerno

salerno di nottecon il suo sorprendente centro storico e il Duomo. Possibilità di passeggiare per un po’ di shopping lungo il corso pedonale o sul bellissimo lungomare (www.turismoinsalerno.it). Consigliamo una breve sosta al Castello di Arechi da cui si ha uno sguardo panoramico su Salerno e parte della Costiera Amalfitana. L’atmosfera diventa magica nel periodo di Natale grazie alle bellissime luminarie.

Costiera Amalfitana

Da Positano a Salerno si estende uno degli itinerari più celebri e paesaggistici d’Italia. La sempre verde Costa d’ Amalfi, un dedalo di viuzze, sentieri, scale, che nascono dal maree si arrampicano sulle montagne dove affondano le loro radici millenarie.

Si effettuano tour guidati in motonave con partenza dall’hotel verso Salerno e da qui imbarco e proseguimento via mare* per Positano. Proseguimento per Amalfi con degustazione gratuita del limoncello. Possibilità di visitare Ravello e una delle sue splendide ville “Villa Rufolo”, dal cui giardino si gode uno splendido panorama. Rientro al porto e proseguimento in hotel.
*Previa comunicazione anticipata, l’escursione potrebbe essere effettuata interamente in minibus, causa problemi di navigazione.

amalfi

Amalfi, situata al centro della costa prima Repubblica Marinara, dove si potrà ammirare il Duomo con il Chiostro del Paradiso (www.amalfitouristoffice.it). Qui si può ammirare l’antico splendore del Duomo con il Chiostro del Paradiso. Amalfi è famosa anche come patria della lavorazione della carta a mano che si potrà ammirare al Museo della Carta.

 

 

 

PositanoPositano, la gemma più preziosa della penisola amalfitana conosciuta ed apprezzata dal turismo d’élite di tutto il mondo  (www.aziendaturismopositano.it) con la visita della Chiesa di Santa Maria Assunta, e passeggiata per le stradine e gradinate che la rendono unica e famosa nel mondo per la sua moda.

Pompei, Ercolano e Vesuvio

pompeivisitando gli scavi di Pompei si riscopre il fascino immutato dell’antica città romana distrutta dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C., e rimasta sepolta per secoli. Al termine consigliamo la visita e del Santuario della Madonna di Pompei e degli scavi di Ercolano che insieme alla rovine di Pompei, è entrato a far parte della lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. Possibilità di abbinare anche la visita del Vesuvio, con passeggiata a piedi da quota 1.000 mt fino al cratere.

Napoli

NapoliUn famoso detto napoletano dice Vire Napule e poi muori (traduzione: Vedi Napoli e poi muori), un detto molto caro ai napoletani che amano celebrare così lo splendore della loro città. Tutti parlano di Napoli, ma nessuno è in grado di descriverla coerentemente. Città complessa e contraddittoria Napoli riflette tutte le descrizioni per restituirle moltiplicate.

Capri

Capri Faraglioni

è l’isola del Golfo più nota e frequentata dai turisti, sovrastata dal Monte Solaro, comprende i due comuni di Anacapri e Capri. Ricca di bellezze naturali e di storia, con un fascino che incantò Augusto e l’imperatore Tiberio.

Reggia di Caserta

foto della regia di caserta realizzata nel XVIII secolo, per volere del re Carlo III di Borbone che desiderava emulare lo splendore delle corti di Versailles (www.reggiadicaserta.beniculturali.it). Possibilità di visita degli appartamenti e dell’immenso Parco Reale. Possibilità di sosta, alle porte di Caserta, per un po’ di shopping nel nuovo centro “La Reggia Designer Outlet”.